I 5 principi del Reiki

La signora Takata, uno dei primi Master formati da Hayashi (allievo di Usui e medico della Marina Militare giapponese) dopo la morte di Mikao Usui, contribuì in modo sostanziale al difforndersi del Reiki in Occidente e attribuì a Mikao Usui i 5 Principi (o i 5 Precetti - chiamati Gokai in giapponese). In realtà, i 5 principi furono scritti dall'imperatore Meiji (1868-1912) e Mikao Usui li adottò di buon grado, perchè rispecchiavano a pieno il suo sentire ed il suo pensiero e perchè stimava molto l'imperatore stesso. Essi nella loro disarmante semplicità, formano la base del pensiero Reiki, in essi risiede "il metodo segreto per invitare la fortuna, la meravigliosa medicina per tutte le malattie". Usui soleva recitarli al mattino e alla sera, seduto in posizione Gassho (una delle Tecniche di meditazione Originali giapponesi Ryoho), che consiste nell'unire le mani, come per il saluto Namasté.

Questi sono i precetti, sia in italiano che in giapponese: 

Il metodo segreto per invitare la fortuna,

Shôfuku no hihô,

la medicina spirituale per molte malattie

Manbyo no rei yaku

Solo per oggi

Kyo dake wa 

1) Non ti arrabbiare

Okoru na 

2) Non ti preoccupare

Shinpai su na 

3) Sii grato

Kansha shite 

4) Lavora duramente

Gyo o hage me 

5) Sii gentile con gli altri

Hito ni shinsetsu ni 

Al mattino e alla sera, siedi in gassho ripetendo queste parole a voce alta e nel tuo cuore

Asa you gassho shite kokoro ni neji kuchi ni tonaeyo 

Per migliorare la salute del corpo e dello spirito

Shin shin kaizen

Il metodo di guarigione spirituale di Usui

Usui Reiki Ryoho 

Il fondatore, Mikao Usui

Chossô, Usui Mikao